Sai qual è il segreto di un buon piatto a base di tonno fresco? La qualità degli ingredienti. Per questo è importante saper scegliere il miglior pesce disponibile sul mercato. In questo articolo ti sveliamo alcuni trucchi per riconoscere i filetti di tonno più freschi e gustosi.

Consigli e accorgimenti per riconoscere il tonno fresco

Un trancio di tonno fresco si riconosce dal colore rosso intenso, giusto? Purtroppo non è sempre così. Devi sapere che sempre più spesso la colorazione di questo pesce viene alterata artificialmente con l’aggiunta di nitrati e nitriti alle carni, allo scopo di mantenere la tonalità del rosso viva e brillante più a lungo.



Perché servirsi di questo stratagemma per ingannare il consumatore? Perché la maggior parte del tonno che si trova in commercio appartiene alla varietà pinne gialle, una specie meno pregiata del Thunnus thynnus, il famoso tonno rosso. La pesca di quest’ultimo è sottoposta a una rigida regolamentazione, poiché l’animale è a rischio estinzione. Alcuni commercianti disonesti tentano quindi di truffare i consumatori intervenendo sulla colorazione del tonno pinne gialle, in modo da spacciarlo per pregiato tonno rosso. Questo stratagemma permette inoltre di vendere pesce deteriorato come se fosse fresco.

filetti di tonno fresco

I rischi per la salute sono alti: concentrazioni elevate di additivi chimici possono causare allergie o intossicazione alimentare. È recente la notizia di un’indagine di Altroconsumo, condotta allo scopo di verificare la qualità del tonno fresco venduto in ristoranti e pescherie di tutta Italia. I risultati fanno riflettere: su 36 campioni di tonno fresco, 1 presentava livelli di istamina elevatissimi (1172 mg/kg; il limite dettato dalla legge è di 200 mg/kg) e in altri 4 c’era una quantità molto alta di additivi chimici. È necessario perciò prestare la massima attenzione quando si sceglie e si acquista un trancio di tonno fresco, in modo da tutelare la propria sicurezza alimentare e la propria salute.



Come fare allora per riconoscere un pesce di buona qualità? Prima di tutto affidati all’olfatto e assicurati che il tonno abbia un odore gradevole. Dopodiché controlla che la pelle sia lucida e che la polpa sia ben attaccata alla lisca. Ti sveliamo un piccolo trucco: un tonno fresco si riconosce anche dalla consistenza della sua carne. Premi con un dito sulla polpa e, se la tua impronta dovesse rimanere impressa, non acquistarlo. Significa che il pesce non è abbastanza fresco.

sashimi tonno fresco

Dove comprare il miglior tonno fresco

Chi ha la fortuna di vivere al mare può acquistare dell’ottimo pesce fresco direttamente dalle mani dei pescatori o dai banchi del mercato locale. Per chi vive in città, invece, la faccenda si complica. La soluzione migliore è affidarsi a una pescheria di fiducia. Certo, ma come trovarla? Parlate con i proprietari, informatevi sulla provenienza del pesce e su come viene trasportato per arrivare in negozio.

Verificate inoltre che il pescato sia esposto su un letto di ghiaccio che aiuti a mantenere le temperature di conservazione vicine allo zero. I crostacei devono essere separati dal resto dei pesci, in modo da rispettare le normative igienico-sanitarie. Una buona pescheria profuma di mare, non puzza e non emana odori acri o simili ad ammoniaca. Se percepisci uno strano olezzo nell’aria, allontanati a gambe levate!

come riconoscere il tonno fresco

Chi invece è solito fare acquisti al supermercato dovrebbe assicurarsi di leggere attentamente i cartellini esposti sui banchi del pesce, che contengono le informazioni sulla provenienza e sulla conservazione.



Se vuoi saperne di più ti consigliamo di visitare il sito di Altroconsumo, dove troverai informazioni sempre aggiornate riguardo le tematiche di sicurezza alimentare, di salute e cura della propria persona. Scoprirai inoltre come tutelarti in caso di frode, grazie a un team di 80 avvocati pronti ad assisterti telefonicamente ogni volta che ne avrai bisogno. Qualcuno sta cercando di venderti del comune tonno pinne gialle spacciandolo per costoso tonno rosso? Rivolgiti ad Altroconsumo e fai valere i tuoi diritti grazie al loro supporto.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con un amante del tonno fresco!