galateo a tavola

Galateo a tavola – Come si apparecchia la tavola

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su pinterest
Pinterest

Pochi di noi conoscono le complessità dell’antico galateo a tavola. Sembra che i tempi dell’etichetta impeccabile siano finiti. Prendiamo in giro l’esagerata cortesia, eppure nessuno vuole commettere errori di carattere personale o passare per maleducato. Quando si presenta la prospettiva di una gala, un banchetto, una conferenza o una qualsiasi cena di lavoro in presenza delle figure importanti, si scopre che il galateo a tavola acquisisce la sua importanza. Ma sappiamo bene quali sono le regole di un bon-ton a tavola?  

cshow

Le regole riguardanti il cibo non sono solo legate al servire e mangiare il cibo, ma anche saper apparecchiare la tavola correttamente . Tuttavia, la cosa più importante rimane il comportamento a tavola.  

Come diceva Jean Anthelme Brillat-Savarin, autore di La fisiologia del gusto,

“Dimmi come mangi e ti dirò chi sei”.

Galateo a tavola- tovaglia

Il modo di apparecchiare la tavola dipende principalmente dal fatto che stiamo servendo un pasto quotidiano o dando una festa importante. Tuttavia, sia nel primo che nel secondo caso, l’estetica e la pulizia della biancheria da tavola è importante quando parliamo di regole galateo a tavola.  

A seconda delle situazioni potremo trovarci a scegliere diverse tovaglie anche se, in linea di massima, per una cena elegante è preferibile utilizzarne una tinta unita, al massimo con fantasie e sfumature lievemente differenti ma sempre molto sobrie, scegliendo colori come bianco, panna, avorio o, comunque, tinte tenui. In questo modo, infatti, sarà più semplice abbinare i piatti e si eviteranno accostamenti troppo forti se non, addirittura, pacchiani. Ovviamente in alcune occasioni o festività si possono utilizzare anche colori più decisi, sempre rispettando, però, fantasie e motivi di tutti i componenti aggiuntivi della tavola.

Tovaglia da tavola Peonie Unica in Cotone CALEFFI

Disponibile in 4 misure. Prezzo a partire da 27€

Per quanto riguarda, invece, i materiali, il buon galateo a tavola prevede la scelta di una stoffa pregiata, come il lino, la seta o il cotone di buona qualità, andando a evitare naturalmente la carta e la plastica, ammesse, al massimo, per una festa di soli bambini.  

Ancora prima di stendere la tovaglia sul tavolo , stendiamo un pezzo di stoffa (per esempio una flanella spessa) di dimensioni leggermente più grandi della superficie del tavolo. La tovaglia deve scendere circa 20 cm su ogni lato, pertanto scegliete bene le misure. I coperti sono collocati in modo che ogni persona abbia almeno 60 cm di spazio al tavolo. L’impostazione dovrebbe essere a 2 cm dal bordo del tavolo.  

cshow

Galateo tovagliolo

A sinistra, a destra o sulle gambe? Il tovagliolo va posizionato alla sinistra del posto tavola (quindi del piatto e delle forchette), piegato in maniera semplice, possibilmente a libro. Perché a sinistra? Il motivo è semplice e, come sempre, di ordine pratico. Una volta seduti, lo prenderemo con la mano destra e con un semplice ed unico gesto riusciremo a posizionarlo sulle gambe. Appoggiatelo sulle gambe piegato a metà. Non è una coperta!! Per i mancini, ovviamente,  va fatto tutto a destra.  

Per un’occasione speciale, può essere arricchito da una decorazione personalizzata ma sempre molto discreta. L’importanza della stoffa è da evidenziare soprattutto nel caso in cui non si utilizzi la tovaglia: il tessuto, a differenza della carta, dona immediata eleganza alla tavola, anche quando è apparecchiata nel modo più essenziale.

cshow

Galateo a tavola- Piatti

Le regole del galateo a tavola prevedono i piatti disposti in funzione di priorità dei pasti che vengono serviti. La regola d’oro – perfettamente puliti . Non necessariamente di porcellana. Se state apparecchiando la tavola per un’occasione speciale, via libera ai sottopiatti che dovrebbero misurare circa 33-25 cm. Sopra al sottopiatto si posiziona il piatto piano che a sua volta sostiene il piatto dell’antipasto. Il piatto fondo è necessario solo nel caso in cui si servano minestre, zuppe e brodi ma va portata a tavola al momento, già riempita.

Il posto ideale per il piattino del pane è invece in alto a sinistra, corredato da un tovagliolino per coprire il pane. I piatti decorati vanno disposti con i disegni e gli stemmi rivolti verso il commensale e i piatti destinati a contenere pietanze calde dovrebbero essere serviti tiepidi. Ma quest’ultima è una regola di bon ton a tavola in cui si deroga volentieri negli ambienti casalinghi, anche in occasioni formali.  

Il set è composto da 4 piatti piani da Ø 21 e 27 cm, 4 piatti fondi da Ø 20 cm e 4 ciotole ØxH 13×5,7 cm (0,47 l).

Le diverse decorazioni rendono la tavola originale di grande effetto. Materiale: porcellana. Lavabile in lavastoviglie e adatta al microonde.

Pronto per la spedizione oggi, consegna in ca. 3-5 giorni lavorativi.

Prezzo Promo 80€

Galateo Posate

Il galateo a tavola prevede che tutte le posate messe in tavola devono provenire dallo stesso set. La prima semplice regola da seguire per disporre le posate secondo il galateo a tavola è quella di posizionare all’esterno la posata che verrà utilizzata per prima. A sinistra verranno posizionate le forchette, sempre con i denti all’insù, a destra i coltelli con la lama rivolta verso il piatto e a proseguire verso l’esterno il cucchiaio, rivolto verso l’alto. Le posate per i dolci trovano il loro posto al di sopra del piatto: per prima la forchettina, con le punte verso destra, poi il cucchiaino, rivolto a sinistra.

Ricordate che carne e pesce necessitano di coltelli e forchette differenti. Una terza forchetta è inoltre dedicata all’antipasto e le ostriche richiedono la forchette. Nel caso in cui la vostra cena prevedesse una tale varietà di portate, disponete le posate esattamente come in figura. Inoltre, il galateo indica : Una volta che le posate sono state raccolte dal tavolo, non possono tornare in quel posto e nemmeno riposare sul tavolo (questo vale per ogni tipo di posate)!!!  

Il set è composto da 6 cucchiai tavola, 6 forchette tavola, 6 coltelli, 6 cucchiaini da tè, 6 forchette da dolce. Materiale: Acciaio 18/10

Prezzo Promo 35€

Galateo bicchieri – Distribuzione dei bicchieri a tavola

 A differenza delle posate, i bicchieri non sono disposti nell’ordine di consumo delle bevande, ma per dimensione. Il galateo a tavola prevede che i bicchieri vanno disposti sul lato destro, sopra alle posate. Bicchiere per l’acqua (bicchiere basso oppure calice grande), calice medio per il vino rosso e calice piccolo per il vino bianco si dispongono obliquamente con il bicchiere dell’acqua in corrispondenza perfetta con la punta dei coltelli. Davanti a quest’ultimo i calici di vino, corredati dal flute, in caso di champagne, sempre posizionato oltre la linea dei bicchieri per acqua e vino.

galateo a tavola bicchieri
Galateo bicchieri

Non sai quale calici scegliere per il relativo tipo di vino? Ti invitiamo a leggere questo articolo:

Decorazioni a tavola

Fiori freschi e candele rendono sicuramente l’atmosfera elegante e piacevole. Purtroppo non sono molto pratici. Senza rinunciare ricordiamoci pertanto di posizionare i nostri centro tavola in modo che non oscurano la visibilità ad altri partecipanti . Possiamo optare pertanto di posizionare i piccoli vasi in cui inseriamo un fiore fresco e delicato oppure per i vasi di vetro larghi e bassi, dove possiamo per esempio riempire un po’ di acqua e appoggiarci sopra dei fiori, dei petali. Un centro tavolo molto estetico e profumato che non disturba come oggetto a tavola.  

cshow

Galateo a tavola- comportamento

Durante i pasti quotidiani con la famiglia e gli amici, la questione di dove sedersi non è un problema. Tuttavia, nel caso di una festa sontuosa con più persone, non dovrebbe essere lasciato al caso. I padroni di casa sono i più importanti e dovrebbero sedersi l’uno di fronte all’altro, e i posti accanto a loro dovrebbero essere occupati dagli ospiti. Se non c’è sproporzione tra il numero di persone di entrambi i sessi alla festa, si deve fare in modo che le donne e gli uomini si siedano alternativamente uno accanto all’altro. È anche consigliabile assicurarsi che gli ospiti che non si piacciono non siano seduti uno accanto all’altro. come l’altro.  

galateo a tavola
Bon ton a tavola

Per quanto concerne il galateo a tavola se sei un ospite, ricordati alcune regole:

Innanzitutto fumo e cellulare sono banditi da un qualsiasi pasto, proprio per rispettare gli altri commensali: se la sigaretta, infatti, potrebbe infastidire alcune persone, l’utilizzo di smartphone e tablet quando si è in compagnia è un segno di poco rispetto.

La posa corretta, anche in momenti più informali, prevede che ogni persona debba tenere sempre i piedi sotto al tavolo, mai incrociati sulla sedia o esterni, i gomiti non appoggiati alla tovaglia e il busto eretto, e non chino sulla pietanza. Ovviamente è anche bene non parlare mentre si mastica, bere e mangiare contemporaneamente, utilizzare lo stuzzicadenti di fronte a tutti o pulirsi la bocca con la tovaglia (per questo c’è il tovagliolo).  

Tutti i momenti di condivisione e di vivere comune hanno le loro regole: per buona educazione, ad esempio, bisognerebbe togliersi gli occhiali da sole non semplicemente quando si entra in un locale chiuso (per migliorare la visibilità) ma anche quando si incontra una persona (solo in questo modo la si potrà guardare dritta negli occhi).  

La fine del pasto

Il segnale di salita dal tavolo è dato dai padroni di casa. Quando lasciamo il tavolo, diciamo sempre ‘grazie’. Sarebbe scortese lasciare il tavolo senza dire nulla, a differenza di quando andare in bagno. Anche la più sottile informazione relativa allo scopo del nostro scopo di lasciare il tavolo è semplicemente inappropriato. Dovremmo solo dire. ” Scusate… “.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui social:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia qui il tuo commento

error: Content is protected !!